Cultura Aziendale: Come la strategia di comunicazione influenza l’attrazione del talento.

In media spendiamo 50 ore a settimana sul posto di lavoro, per un totale di 90 mila ore nell’arco di una vita. Questa parte della nostra vita è così importante che, al momento della candidatura, non si può sottovalutare l’importanza della cultura aziendale e quanto essa sia affine ai nostri valori personali, poiché essa è una dei fattori che influenza maggiormente il livello di motivazione a lavoro.

Come già accennato in diversi articoli di questo blog, entro il 2020 circa il 70% della forza lavoro sarà composta da giovani appartenenti alla Generazione Y, aka Millennials. Alcune peculiarità di questa generazione la differenziano dalla precedente forza-lavoro. I Millennials, infatti, sono fortemente orientati a lavorare per organizzazioni che valorizzano i propri dipendenti, che contribuiscono alla crescita della società ed hanno una vision che va oltre la mera vendita. In questo senso, la Gen Y ambisce a far parte di aziende che rispecchino i propri valori personali, per questo la comunicazione della cultura aziendale è essenziale nell’attrazione dei talenti appartenenti a questa coorte.

Questa analisi iniziale non implica necessariamente che per attrarre i nuovi talenti una azienda deve modificare o smussare la propria cultura alle richieste della nuova generazione. La cultura aziendale e la sua evoluzione prendono origine dall’inizio dell’attività, dall’impronta lasciata dai fondatori, quindi è molto difficile riuscire a modificarla radicalmente e molto spesso risulta anche controproducente.

L’impatto primario dell’entrata nella forza lavoro dei Millennials si può vedere nel modo in cui la cultura aziendale viene comunicata agli stakeholder. Gen Y differisce dalle precedenti generazioni per la loro capacità di impiegare la tecnologia in ogni attività che svolgono durante la giornata.

I Millennials sono cresciuti seguendo lo sviluppo tecnologico, hanno visto e vissuto tutti i progressi nella comunicazione e social network. Essi sono così legati alle nuove tecnologie che la maggior parte di essi è connessa durante tutto il giorno.

Per una azienda deve curare la propria presenza online: indispensabili sono una pagina Facebook ufficiale, un account twitter e una pagina di carriera LinkedIn. Inoltre, i contenuti condivisi su questi canali dovrebbero comunicare in modo efficace la cultura e i valori dell’azienda con un tono diretto e chiaro.

Prima di candidarsi per una opportunità lavorativa, i potenziali candidate ricercano informazioni sulla società, quindi la presenza online e i contenuti condivisi in tutto Internet dovrebbero essere coerenti ed in linea con i valori e la cultura aziendale. Il tono adottato per comunicare, invece, deve essere adattato al target di talenti che l’azienda vuole attrarre.

Si tratta solo di conoscere il target di riferimento e cosa comunicare, come in ogni strategia di comunicazione di marketing.

Ecco perché l’employer branding raccoglie competenze di risorse umane e di marketing!

4 ways your passion for music will rock your job interview!

Many twenty-something have spent their childhood and teen age surrounded by the music of some of the artists that have marked the evolution of music taste for the generation-to-come and they have developed a passion for this art. Either playing an instrument or merely being passionate about a particular genre comes in hand during job interviews to build a common starting ground of conversation with the interviewer. Here are some tips to exploit your passion for music to make the recruiter understand some fundamental traits of your character.

Team Player: if you have ever played an instrument you understand how it is important to “play for the team”! Even if you were the first guitar and you were used to play 5 minutes of guitar lick, you still had to follow the overall rhythm the rest of the time and if you dared a virtuosity during the track, you could be out of the band. In music, the band cohesion is more important than the individual skill! Anyhow, if you never have played any instrument but your friends had a band and you were there for their every live performance, rehearsal and improvisation, you still can prove you are a team player: all the time you spent helping your friends to set the stage matters, after all!

Creativity: it is well known that musicians highly develop the right part of the brain, which is dedicated to creativity! From the sole music to lyrics, from the virtuosity to the harmonization, every part of a track is the result of a creative process!

And if you don’t play an instrument? Turn your creativity pro into Attention to Detail: you don’t know how to play an instrument but you notice and appreciate all the details of a song? Talk about the wah-wah effect of John Frusciante for Californication and explain how you developed the taste for minutiae!

Determination: this trait can be explained by both musicians and passionate. For a musician, the perseverance in trying and rehearsal for memorizing the track and each chord, spurs into determination. While, for music passionate the time spent hearing again and again the same track, the passion for knowledge about a particular artist or band and all the information you gained during the years, will explain by themselves the determination and perseverance you put into your passion!